L’INTEGRAZIONE VA A CANESTRO CON SPECIAL OLYMPICS 2010

Al via, sabato 27 novembre, la VII edizione della Special Olympics European Basketball Week. Una settimana di pallacanestro dedicata agli atleti con disabilità intellettive.

GIURAMENTO DEGLI ATLETI SPECIALI - "Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze".

di Francesco Gabriele

(pubblicato su Il Corriere Laziale il 26/11/2010)

Di Special, al mondo, non ce n’è certo solo uno, anche se si scrivesse One e si leggesse Mourinho.

Nella vita reale, e nello sport reale – quello, per intenderci, dove non c’è prova tv perché non ci sono telecamere – i veri Special sono altri. E sono tanti, soprattutto: 15.000 sparsi tra Europa e Asia. 4.400 soltanto in Italia. Sono gli atleti che dal 27 novembre al 5 dicembre prossimo si sfideranno sul parquet di palestre e palasport per la VII edizione della Special Olympics European Basketball Week, la settimana interamente dedicata alla pallacanestro in cui l’obiettivo è motivare i giovani con e senza disabilità intellettiva a superare le barriere ancora esistenti tra di loro, instaurando nuove amicizie e creando una società più aperta e accogliente. Una società così normale da essere Speciale.

Protagonista assoluto della manifestazione sarà lo “sport unificato” – “Unified Sports” – in nome del quale, sui campi da basket di tutta Europa, verranno organizzate squadre miste composte da atleti diversamente abili ed atleti partner, con lo scopo di ricreare situazioni di perfetta inclusione sociale e di offrire un’esperienza di arricchimento e crescita personale decisamente unica. Anche perché, come recita lo slogan Special Olympics, “ogni canestro è diverso, ma la voglia di giocare è sempre la stessa”.

30 nazioni coinvolte, 220 appuntamenti in programma, e un solo motto – “be a fan”, diventa un sostenitore – per un’iniziativa che si è consolidata nel tempo proprio grazie al grande supporto ricevuto, a tutti i livelli, dal mondo cestistico: da quello internazionale dell’Eurolega e della Fiba, fino alle spinte, tutte italiane, dei patrocini del CONI e del CIP, ma anche della Federazione Italiana Pallacanestro, della Lega Basket seria A, della Lega Due, della Lega Basket Femminile, della LNP e della GIBA.

Dopo il verde dei prati da calcio lo scorso aprile, è giunto, dunque, anche il turno del Basket. In Italia, nel corso della settimana, si svolgeranno tornei, contest e partite dimostrative che coinvolgeranno giovani dalle elementari alle scuole superiori, con l’opportunità, per i più piccoli o i più inesperti, di avvicinarsi gradualmente all’universo della pallacanestro, grazie a percorsi ed esercizi di avviamento specifici.

Il Lazio è in prima linea. Sono quattro, infatti, gli appuntamenti regionali – consultabili al sito www.specialolympics.it – previsti tutti nel corso della giornata di sabato 27 novembre. Roma, Rieti, Sabaudia e Capranica ospiteranno tornei e minitornei ed offriranno, nelle scuole e nei palasport aderenti, attività di training e di introduzione alla pratica del basket. Il gran galà conclusivo, invece, spetterà al match serale di Eurolega Virtus Roma – Spirou Basket Charleroi, in programma il 2 dicembre alle ore 20:45 presso il Palalottomatica. Durante l’intervallo, alcuni atleti Special Olympics scenderanno sul parquet per una breve dimostrazione, ricordando a tutti, se ce ne fosse ancora bisogno, che a contare davvero, specie nello sport, non sono i risultati, che li porta via il tempo, quanto invece l’onestà e la purezza dei tentativi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: