IL CENTROSINISTRA ROMANO CONTRO LA MANOVRA ECONOMICA DEL GOVERNO

I Presidenti dei Municipi romani dell’Opposizione uniti contro i tagli alle amministrazioni locali cittadine previsti nella Finanziaria 2010: “Il Paese non si risana con i rimborsi spese dei Consiglieri Municipali”.

La conferenza si è svolta presso la sala della Presidenza del XVII Municipio, in Prati.

di Francesco Gabriele

(pubblicato su Il Corriere Laziale il 18/06/2010)

La classica “cura peggiore del male”.

Così è stata definita la manovra economica – Finanziaria 2010 – dai Presidenti degli 11 Municipi romani amministrati dal Centrosinistra, riunitisi ieri in un’accorata conferenza stampa di protesta nei confronti delle misure anticrisi proposte finora dal Consiglio dei Ministri.

Provvedimenti, quelli messi sotto accusa, che “non colpiscono il male della politica inutile italiana” – questo è il pensiero di Gianni Paris del XV Municipio – “ma che indeboliscono ulteriormente il ruolo istituzionale dei Municipi e dei centri di governo territoriali: un fatto disgustoso e ingiusto”.

Nell’occhio del ciclone, in particolare, le disposizioni del D.L. 78/2010 che cancellano i già esigui rimborsi spese dei Consiglieri municipali e riducono le indennità di Consiglieri comunali e provinciali, contribuendo solo in minima parte agli sforzi per la ripresa.

Agli occhi di Andrea CatarciPresidente dell’XI Municipio – il senso della norma è soltanto uno: “I circa 400 milioni di euro eventualmente reperiti con questi tagli non costituirebbero altro che un elemento accessorio a fronte di una situazione economica assai più delicata. Il risultato che si vuole ottenere, invece, è far passare il messaggio che gli sprechi nascono nelle amministrazioni decentrate, ed in particolare in quelle municipali. Si vuole colpire la vera realtà democratica della città: se si spengono i Municipi, si spegne tutta Roma”.

E allora, ecco la controproposta del Centrosinistra: un Fondo di Solidarietà alimentato dal 50% dei contributi diretti o indiretti percepiti in un anno dagli amministratori pubblici di ogni livello (dai Parlamenti nazionali ed europei sino alle Circoscrizioni). “Si annullerebbero i costi eccessivi della politica ed in 12 mesi si darebbe un contributo significativo di alcuni miliardi di euro nel fronteggiare la negativa congiuntura economica”.

La mozione sarà presentata a tutti i Municipi della Capitale, anche a quelli di Centrodestra, nell’ambito del più generale discorso di ‘rafforzamento del ruolo delle Istituzioni Municipali’ e – come sottolineato da Roberto Mastrantonio, al comando nel VII Municipio – “anche contro l’accentramento amministrativo voluto e orchestrato ingiustificatamente da Alemanno e la sua Giunta”.

“Questa è una vera e propria lotta per la sopravvivenza delle Istituzioni democratiche locali” – Antonella De Giusti, XVII Municipio – “alle quali si stanno togliendo sempre più competenze, capacità decisionali, fondi e possibilità di intervento”.

E “se si rendono inutili governi locali come i nostri” – ha concluso il Presidente del VI Municipio, Giammarco Palmieri – “si compie il passo decisivo verso l’antipolitica dei cittadini”.

Una Risposta to “IL CENTROSINISTRA ROMANO CONTRO LA MANOVRA ECONOMICA DEL GOVERNO”

  1. wiltonplace Says:

    Credo che tutti dobbiamo cercare
    di essere onesti, almeno con noi stessi…
    Peccato che non ci si riesca perchè sprovvisti di memoria

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: