ROMA CAPITALE DELLO SCI NAUTICO

Il 22 giugno apre ufficialmente il “Water Ski Complex”, un parco sul Tevere dedicato esclusivamente agli sport d’acqua. Due laghi da mille metri ciascuno ospiteranno le peripezie di professionisti, dilettanti, amatori e appassionati di tutti i livelli.

Sci nautico e wakeboard: queste le discipline del Parco del Tevere - Water Ski Complex.

di Francesco Gabriele

(pubblicato su Il Corriere Laziale il 17/06/2010)

Gioco, divertimento, impegno sportivo e benessere.

Roma mette gli sci – d’acqua – ai piedi e si prepara ad un’estate balneare da passare comodamente in città.

Il 22 giugno prossimo, infatti, al km 8.300 di via Tiberina, verrà inaugurato ufficialmente il ‘Parco del Tevere – Water Ski Complex’, il primo impianto della Capitale dedicato esclusivamente agli sport acquatici quali lo sci nautico ed il più moderno wakeboard, uno strettissimo parente dello snowboard che sfrutta, in mancanza di neve, le onde create dal motoscafo trainante per compiere i caratteristici salti e le consuete – inconsuete – evoluzioni.

A pochi minuti dal cuore di Roma – in località Prima Porta – dal lunedì alla domenica, dall’alba al tramonto atleti, appassionati, dilettanti e novizi potranno, così, cimentarsi e mettersi alla prova in questo sport certamente di nicchia, ma dalla grande carica adrenalinica, volteggiando sui due piani d’acqua messi a disposizione dall’impianto – due ‘laghi’ da mille metri ciascuno – ed attorniati da una natura lussureggiante fatta di colline e di spazi dalle molteplici tonalità di verde.

Un piccolo scorcio di paradiso nato da un progetto completamente privato – dell’omonima società ‘Parco del Tevere’ – e trasformatosi in realtà anche grazie al patrocinio di istituzioni come il Coni, il Comune di Roma, e il XX Municipio, quest’ultimo nella persona dell’Assessore allo Sport e alla Cultura Marco Perina.

“Il Water Ski Complex” – ha spiegato Stefania Caforio, Presidente della neonata struttura – “Punta certamente a diventare un vero e proprio centro d’attrazione per campioni, neofiti e per tutti coloro che, anche solo per curiosità, desiderano avvicinarsi allo sci nautico. Ma è doveroso sottolineare che rappresenta anche la risposta concreta a quanti chiedevano di intervenire su un’area che necessitava di una sostanziale ed organica riqualificazione ambientale”.

I due specchi d’acqua artificiali sorgono, infatti, da due ex cave di inerti ormai dismesse. Le operazioni di bonifica effettuate hanno permesso il loro coniugarsi “quasi naturale” con una serie di vincoli e di parameri tecnici sui quali un impianto di sci nautico deve obbligatoriamente basarsi – quali dimensioni minime dei bacini e qualità dolce dell’acqua – .

“Questa è un’iniziativa davvero unica nel suo genere” – così Alessandro Cochi, Delegato alle Politiche dello Sport del Comune di Roma ha elogiato pubblicamente l’operato dei rappresentanti del ‘Parco del Tevere’ – “Recuperare, grazie allo sport e alla divulgazione dei suoi valori, la funzionalità di una parte consistente del fiume Tevere e delle bellissime macchie verdi che lo caratterizzano è un’impresa alla quale va tutto il nostro supporto”.

Anche perché Roma e la sua Amministrazione vedono sempre più vicino l’obiettivo delle Olimpiadi del 2020, e, come specificato dall’Assessore all’Ambiente Fabio De Lillo, “a vincere sarà soprattutto la maggiore validità del progetto ambientale presentato”.

Da questo punto di vista, la Capitale sembra non avere nulla da temere: “L’enorme patrimonio naturale e paesaggistico offerto dalla città costituisce, già di per sé, la premessa fondamentale ad impianti sportivi unici al mondo” – è la considerazione di De Lillo – “L’obiettivo, semmai, è quello di far capire ai romani che non ci sono soltanto Roma e Lazio sul nostro territorio. Non esiste solo il calcio, ma, anzi, vi sono tante altre attività sportive da conoscere e, se possibile, da praticare. Far crescere lo spirito sportivo dei cittadini passa anche da operazioni come quella di ‘Parco del Tevere’, che tra l’altro è lo stesso nome con il quale verrà denominato – incrociando le dita – il futuro villaggio delle Olimpiadi. Spero davvero che questo sia ben augurante per tutti”.

In nomen omen?

Una Risposta to “ROMA CAPITALE DELLO SCI NAUTICO”

  1. Simone Says:

    Il complesso ha un suo sito : http://www.parcodeltevere.it/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: