GUERRA ALLE BUCHE: ECCO IL PIANO DEL COMUNE

Presentato il Programma Straordinario di Manutenzione Stradale: previsto uno stanziamento di 68 milioni di euro. I lavori partiranno questa estate, dopo la chiusura delle scuole, per evitare disagi ai cittadini e alla circolazione.

Il Sindaco Gianni Alemanno e l'Assessore ai Lavori Pubblici Fabrizio Ghera (a sinistra) durante la presentazione in Campidoglio del Piano Straordinario.

di Francesco Gabriele

(pubblicato su Il Corriere Laziale il 19/05/2010)

Il Sindaco Gianni Alemanno dichiara ufficialmente guerra alle buche e lo fa varando un Piano Straordinario di Manutenzione Stradale che ha l’obiettivo di programmare, su tutto il territorio comunale, gli interventi necessari all’eliminazione dei potenziali stati di pericolo e alla salvaguardia della pubblica incolumità.

L’operazione prevede uno stanziamento di fondi complessivo pari a circa 68 milioni di euro, dei quali 50 destinati alla manutenzione ordinaria – con interventi volti ad instaurare i cosiddetti “tappetini leggeri” per la ricostituzione di un manto stradale sicuro ed adeguato – ed altri 18 riservati ad una tipologia “straordinaria” di intervento – nel contesto della quale sono previsti lavori di riqualificazione della sede stradale di importanti crocevia romani come Via del Corso, Via Petroselli, Corso Rinascimento, Via Nomentana e Via Prenestina.

Sarà una vera e propria lotta senza quartiere” – ha detto il Sindaco alludendo al metodo di pianificazione degli investimenti adottato dalla sua Amministrazione per la viabilità – “Se a livello straordinario produrremo azioni mirate, grazie ad un reperimento ulteriore di risorse finanziarie, in ambito ordinario la somma stabilita sarà razionalmente ripartita su dieci lotti da 5 milioni di euro ognuno, affidati a gruppi di due Municipi che, insieme, potranno disporre di congrue somme – oltre a risorse umane e mezzi d’opera – per la realizzazione di opere di manutenzione principali e secondarie”.

Il Piano Stradale consente al Comune di elargire un notevole aiuto economico ai vari Municipi capitolini, “i reali responsabili – assieme alla Giunta Veltroni, rea di non aver investito a sufficienza in un settore di importanza vitale come quello stradario – di una situazione ormai disastrata”: le parole dell’Assessore ai Lavori Pubblici e alle Periferie Fabrizio Ghera assolvono così il Campidoglio dalle accuse di presunta colpevolezza in merito alla tanto discussa questione-buche. “Devo ricordare che il Comune di Roma ha il controllo diretto soltanto della Grande Viabilità, che rappresenta non più del 15% del patrimonio stradale cittadino. Il restante 85% è di esclusiva competenza municipale”.

I cantieri – coordinati dal Dipartimento Lavori Pubblici, “Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana” (SIMU) – saranno concentrati prevalentemente nel periodo estivo, ed in particolare nei mesi di Luglio ed Agosto, “in modo da limitare allo stretto indispensabile i disagi alla cittadinanza e al traffico veicolare, oltre che per operare nelle condizioni climatiche ottimali per la posa dell’asfalto sulle pavimentazioni stradali”: così il Sindaco ha voluto rassicurare i suoi concittadini, precisando che “verranno attivate procedure di gara negoziate, ristrette e semplificate, al fine proprio di garantire l’inizio dei lavori entro il 15 Giugno prossimo”.

Non mancheranno, nonostante i tempi stretti, le più appropriate modalità di trasparenza nella concessione degli appalti: saranno invitate, infatti, tutte le imprese e le ditte di settore iscritte all’Albo comunale, mentre il bando di gara – con la specificazione dei requisiti di accesso – sarà pubblico e consultabile sul sito web del Campidoglio.

“Abbiamo tutto l’interesse a che partecipi il maggior numero di aziende possibile” – ha ribadito più volte l’Assessore Ghera – “Questo Piano è un vero e proprio pacchetto strutturale da supportare ulteriormente in futuro, ma che già rappresenta un salto di livello importante per la gestione della viabilità di Roma”. E ancora: “Col bilancio ancora da approvare, la Giunta Alemanno lancia un segnale importante sul fronte investimenti”.

Insomma la ricetta è pronta, ma la ciambella dovrà essere l’unica a uscirne col buco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: