TANGENZIALE, IL RESTYLING COMINCIA DALLA NUOVA RAMPA PER L’A-24

Partiranno Sabato e dureranno circa dieci mesi i cantieri per la realizzazione del nuovo tratto di strada. Il costo dell’intervento è di 4,5 milioni di euro, che rientrano nei 168 complessivi stanziati per la creazione della Nuova Circonvallazione Interna.

Un'immagine della Tangenziale Est.

di Francesco Gabriele

(pubblicato il 05/05/2010 su Il Corriere Laziale)

Un disagio oggi, un vantaggio domani.

A via l’8 Maggio i lavori per la costruzione della nuova rampa di immissione – con conseguente demolizione di quella già esistente – dell’A-24 sulla Tangenziale Est in direzione Salaria, nell’ambito del più ampio progetto di realizzazione della Nuova Circonvallazione Interna (NCI) che andrà a costituire un vero e proprio by-pass della circolazione orientale capitolina, dalla Batteria Nomentana sino allo svincolo dell’autostrada Roma-L’Aquila.

L’opera rientra nel “Piano di Assetto per la riqualificazione urbanistica e funzionale della Stazione Tiburtina”, che ha l’obiettivo di trasformare radicalmente questo importantissimo territorio di snodo sotto i profili del trasporto, dell’ambiente e della qualità della vita dei suoi abitanti, oltre che di tutta la cittadinanza.

“Roma ha bisogno di nuove infrastrutture e di grandi opere di collegamento” – ha esordito così l’Assessore alle Politiche della Mobilità Sergio Marchi presentando l’intero disegno in Campidoglio – “Troppo poco si è fatto in passato in questa direzione. Ci sarà senz’altro un notevole impatto sul traffico locale, soprattutto nei primi giorni. Per questo motivo la scelta dell’inizio dei lavori è ricaduta su di un weekend, così che sia possibile prepararsi alle varie ed effettive reazioni stradali del nutrito popolo degli automobilisti romani”.

Sarà necessario un continuo e costante monitoraggio di tutta la zona del Nomentano, area Roma-Tiburtina: “Specialmente nelle giornate lavorative e per tutte le prime due o tre settimane dall’apertura dei cantieri”. Di lì in poi, infatti, i flussi del traffico – almeno nelle previsioni della Polizia Municipale – dovrebbero standardizzarsi. “Siamo sicuri di aver fatto tutto il possibile per attutire questo disagio temporaneo che comunque i cittadini – se ben informati e guidati, come facciamo in modo che siano – sapranno affrontare diligentemente, in vista di una utilità futura decisamente maggiore”.

Utilità tradotta in termini di benefici dall’Assessore ai Lavori Pubblici e alle Periferie Fabrizio Ghera. “L’intero Piano di Assetto comporterà un restyling urbano ed ambientale non indifferente: nuove strade, nuovi parcheggi e la Stazione Tiburtina che con l’Alta Velocità ferroviaria raggiungerà finalmente uno standard europeo. Ma più di ogni altra cosa sarà fondamentale il miglioramento complessivo della vivibilità di tutta l’area, che potrà godere di servizi pubblici rafforzati, piste ciclabili e parchi attrezzati, spazi commerciali e per le famiglie, oltre a numerosi esercizi privati di stampo sportivo, culturale e ricreativo”.

L’intero progetto si basa su prerogative multifunzionali che sfruttano la cabina di regia tra Municipi, Provincia, Protezione civile e Polizia municipale e che impegnano direttamente, per conto del Comune di Roma, anche la RFIRete Ferroviaria Italiana – ed il suo Direttore del Programma Investimenti Marco Rettighieri: “La nuova Circonvallazione Interna passerà prevalentemente sotto i binari, con 100 metri di scavalco delle rotaie ed oltre 2,2 chilometri di gallerie che si ricollegheranno alla Tangenziale Est all’altezza di Batteria Nomentana. Una fluidificazione di tutto il traffico che consentirà finalmente di togliere le automobili dalle case degli abitanti dei quartieri coinvolti”.

Ma per scomparire definitivamente dalle strade di superficie, le automobili daranno l’estremo saluto accalcandosi oltremodo nei dieci mesi dei lavori. “Non mancheranno i percorsi alternativi consigliati dai gruppi III e V dei Vigili Urbani, che sono già consultabili sul sito web del Comune” ha rassicurato l’Assessore Marchi.

Roma comincia a spingere l’accelleratore in vista della “svolta del 2010” più volte auspicata dal suo Sindaco.

Senza traffico andrà anche più veloce.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: